QUALIANO, OCCUPANTI CASE DELLA 219: PARTE LA REGOLARIZZAZIONE

Spedite le raccomandate ai 19 inquilini, che occupano le cosiddette “case dei terremotati”: fitti legittimi e pagamento del canone di locazione

Sono dirette ai 19 occupanti delle abitazioni della legge 219, le raccomandate spedite questa mattina dal Comune di Qualiano. Gli iquilini delle cosiddette “case dei terremotati” in via Don Bosco, sono invitati dall’Ente pubblico, legittimo proprietario degli alloggi, a regolarizzare la propria posizione nei confronti del “padrone di casa”.È  stato fatto uno screening da cui è emerso che molti appartamenti sono occupati illegittimamente da persone che non hanno mai pagato il fitto. A loro sarà data la possibilità di mettersi in regola con il fitto mentre a chi è legittimo affidatario ed ha ‘saltato’ il pagamento di qualche mensilità,  è stato chiesto di regolarizzare il canone di locazione.
“Questo è solo il primo step al quale ne seguirà un secondo che darà a tutti la possibilità di riscattare la casa, che resta sempre il bene primario, per una famiglia. dice il sindaco Ludovico De Luca.- Nonostante il Consiglio comunale è stato impegnato più volte su questo argomento, non si è mai arrivati ad una soluzione con un unico risultato garantito: fino ad oggi, tranne qualche inquilino,  la quasi totalità  degli altri non ha mai pagato. Tutto ciò non è corretto nei confronti degli altri cittadini di Qualiano”.
Con minori entrate nelle casse del Comune, infatti,  anche i servizi da erogare ai cittadini subiscono una riduzione.  L’Amministrazione De Luca sin dall’inizio del mandato, sta perseguendo la strada della legalità e delll’ottimizzazione delle entrate e delle uscite. È impensabile, ad esempio, che il Comune di Qualiano sia proprietario di alcuni terreni  nella zona di Varcaturo, dei quali a malapena si sa chi li occupa,  ma non si sa a quale titolo. Anche sulla vicenda dei fondi agricoli si sta intervenendo ed a breve sarà fatta luce anche su questa vicenda, che porterà il rispetto delle regole e degli impegni presi con l’intera comunità.

 

Lascia un commento